Sapore di Vangelo: Una serata con don Quilici e S. Vincenzo de Paoli… in musica…

Locandina san vincenzo-quilici small

Definire la serata vissuta in S. Caterina il 25 settembre u. s. non è molto facile.

La parola “concerto” non è sufficiente, forse potrebbe bastare per la parte musicale, ma era molto di più… Mi vengono termini quali “ascolto”, “meditazione”, “elevazione”, “preghiera”… Nessuna di esse però riesce a dire il tutto, esprimendo inadeguatamente solo una aspetto di quanto si è vissuto…

Quindi rinuncio a definirla: è stata una serata unica, inedita e totalmente nuova, in cui la musica, bella e artisticamente perfetta,  aiutava la narrazione, profonda e coinvolgente; questa, a sua volta, caratterizzava la musica, rendendo tutto più incisivo e toccante… le luci, le parole proiettate, i personaggi che le pronunciavano, la narrazione di don Quilici, tutto era in armonia e aiutava l’ascolto, la meditazione e la preghiera. Una serata veramente bella, sotto tutti i punti di vista!

L’antica chiesa ottagonale, tutta affrescata, piena di persone venute per l’occasione, ha ripreso vita, in un clima suggestivo, creato dalle luci, dalla musica e dalle parole che trasmettevano vitale e profondo. Brava la guida che coinvolgeva in modo attivo l’assemblea, bravissimo Gianluca che in modo toccante narrava la vita e l’esperienza di don Quilici, bravissima la direttice dell’orchestra Ensamble Bacchelli, Rita, che dirigeva danzando con tutto il corpo la musica che scaturiva dagli strumenti.

“Sapore di Vangelo”, titolo che ben esprimeva la narrazione, divisa in tre momenti caratterizzati da altrettante metafore, con cui il narratore, prestando voce a don Giovanni Battista Quilici, ne raccontava la vita, ispirata sullo sfondo da alcune frasi di S. Vincenzo De Paoli.

La rete: il senso profondo delle relazioni di amicizia, e la rete di relazioni tra le persone, le èiù varie. l’importanza di mettersi insieme per costruire una umanità nuova, per andare incontro ai bisogni delle persone; la rete, un valore che ha segnato tanto la vita di don Quilici, quanto quella di San Vincenzo.

Il vaso: la storia familiare di Giovanni Battista, con il padre vasaio, si lega a quella che Dio opera su ciascuno, dando forma attraverso le sue mani, mani della Provvidenza, a qualcosa in grado di custodire e dare nuova forma a ciò che accoglierà.

La strada. È lì che don Quilici e S. Vincenzo si sono formati: La strada, luogo di incontri e di dolore, luogo di sconfitte e di risorse, dove si intrecciano le storie che hanno plasmato la loro vita, luogo dove entrambi hanno voluto vivere con passione e tenerezza, costruendo con Dio le meraviglie di carità che hanno realizzato, lasciando aperte anche per noi strade inedite di amore e solidarietà.

La musica dell’orchestra o dei solisti ha aperto la serata, segnato e riempito gli intervalli della narrazione e concluso la manifestazione dando al tutto un tocco meditativo e artistico molto particolare, permettendo al messaggio di essere interiorizzato e compreso con maggiore profondità, facendo gustare la bellezza di una serata indimenticabile.

Collegamento Youtube Concerto Sapore di Vangelo 25 09 15

Fotografie:      https://www.youtube.com/watch?v=DkNaXzIdvAA

Video:    https://youtu.be/l0wLsQ5LifQ

Print Friendly, PDF & Email